BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Migliori aziende, associazioni e enti pubblici italiani: 100 casi di eccellenza nel 2008

i dati forniti del terzo rapporto ‘Nostra Eccellenza’, sarebbero cento i casi di successo del sistema Italia.



Nello scenario mondiale della globazlizzazione dell’innovazione tenologica, dell’atmosfera oggi caratterizzata da un crisi economica incalzante che pian piano sta travolgendo ogni settore della finanza a partire dai mutui, l’Italia si fa valere promuovendo le sue eccellenze nell’ambito di aziende, imprese associazioni specifiche ed enti pubblici che primeggiano.

Secondo i dati forniti del terzo rapporto ‘Nostra Eccellenza’, sarebbero cento i casi di successo del sistema Italia. Il rapporto è stato curato dall’Eurispes con il contributo della British American Tobacco Italia. A ricevere l’attesta di Eccellenza sono stati, tra gli altri, dall’Abivet, società di servizi veterinari, Umbria Jazz, Fondazione Fabrizio De Andrè, le pugliesi T9 Communication, citata tra le aziende, e la Spesal, annoverata tra le Istituzioni, gli Enti e le Associazioni che figurano nel Rapporto.

Attestato di Eccellenza anche all’Antica Gelateria del Corso, alle ACLI, Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, il Museo Civico D’Arte Contemporanea Silvio Vigliaturo di Acri, l’Acquario di Genova, e Biblioteca Nazionale Centrale di Roma. Ma anche i Nas, i Nuclei carabinieri antisofisticazioni e sanità, la società editrice Il Mulino e la Normale di Pisa.

La quota più elevata di imprese presenti nel Rapporto di quest’anno operano nel settore manifatturiero (20). Ben rappresentati risultano anche le industrie alimentari e delle bevande (9) e quelle tessili e dell’abbigliamento (5).

Per quanto riguarda la distribuzione regionale delle imprese private, i dati mostrano che la Lombardia è stata la regione che ha registrato il valore più alto relativamente al numero totale di imprese presenti sul suo territorio (956.380), seguita, a lunga distanza, dal Lazio e dalla Campania, rispettivamente con 581.232 e 546.328 imprese nate nel periodo considerato.

Gli ultimi posti della graduatoria sono occupati da Basilicata (62.420) e Molise (35.999). Chiude la classifica la Valle d’Aosta. Nel caso delle Istituzioni il primato spetta al Lazio con 23 casi di successo istituzionale ma, in questo caso, il dato si spiega con l’alto numero di Istituzioni presenti nella Capitale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il