BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Assenteismo e malattie nella pubblica amministrazione: diminuite del 50% con intervento Brunetta

L’operazione trasparenza promossa dal ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta ha iniziato a sortire i suoi effetti.



L’operazione trasparenza promossa dal ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta ha iniziato a sortire i suoi effetti. A settembre, infatti, le assenze per malattia tra i dipendenti pubblici sono calate ad una percentuale più vicina al 50% che al 40%.

Dopo il calo del 37% rilevato a luglio e quello del 45% di agosto ora si va più verso il 50% che il 40%. Cifre che, però, i sindacati contestano. E Brunetta annuncia che i controlli sono in aumento e che all'ingresso degli uffici pubblici verranno messi i tornelli perchè si continua ad abbandonare l'ufficio “tornando con le buste della spesa, insomma si continua ad assentarsi dal lavoro e chi lo fa toglie un servizio alla povera gente”, dice il ministro, che ribadisce di voler colpire i fannulloni assenteisti che nella Pubblica Amministrazione il doppio del settore privato.

E per il reclutamento del personale, Brunetta non ha dubbi: "Dovrà prevalere la selezione dei migliori, ridando alla dirigenza pubblica il potere disciplinare. Ma saranno i dirigenti i primi ad essere valutati". In questo piano per l'efficienza della Pubblica Amministrazione il nuovo ministro ha chiesto anche la collaborazione dell'opposizione, ‘perché far funzionare la P.A. non è né di destra né di sinistra’. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il