BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rimbalzo Borse in Europa: durerà? Bce prevede crisi economia reale ma anche miglioramenti nel 2009

L'istituto di Francoforte avverte nel bollettino mensile che le conseguenze della crisi sull'economia reale sono maggiori rispetto a quelle stimate e che una ripresa sarà possibile solo a partire dal 2009.



L'istituto di Francoforte avverte nel bollettino mensile che le conseguenze della crisi sull'economia reale sono maggiori rispetto a quelle stimate e che una ripresa sarà possibile solo a partire dal 2009.

All'indomani dell'azione coordinata condotta con le altre banche centrali per fronteggiare la crisi finanziaria, la BCE ritiene che sia difficile ancora riuscire a valutare in termini concreti quali saranno i valori e le conseguenze effettive della bufera finanziaria che sta investendo il mondo intero, evidenziando che il calo dei prezzi del petrolio e la crescita delle economie emergenti potrebbero sostenere una graduale ripresa nel corso del 2009.

Un mese fa la Bce, pur rilevando rischi al ribasso per la crescita, diceva di attendersi che alla fase attuale di debolezza ‘faccia seguito una graduale ripresa’. Secondo la Bce, data la persistenza incertezza economica è essenziale che i governi rispettino i dettami del Patto di stabilità e crescita e assicurino la sostenibilità delle finanze pubbliche.

Nel frattempo, la giornata delle Borse di oggi si è aperta con un leggero rimbalzo in apertura dopo tre sedute consecutive di profondo rosso. Parigi fa segnare +1,43%, Francoforte +0,98%, Londra +1,03 per cento. A Milano, l'S&P/Mib guadagna l'1,06%, il Mibtel l'1,11 per cento. Unicredit scatta in rialzo del 3.9%, contrastati gli assicurativi: +3,6% Alleanza, -1,77% Fonsai, -0,74% Generali. Realizzi immediati su Prysmian (-4,4%) che ieri aveva chiuso con un exploit nel finale (+7%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il