BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Immigrati in Italia in forte aumento: la metà viene da Romania, Albania, Marocco, Cina e Ucraina

Continuano gli sbarchi di clandestini in Italia: solo negli ultimi giorni sulle coste di Lampedusa ne sono arrivati oltre mille e il fenomeno sembra raggiungere dimensioni allarmanti.



Continuano gli sbarchi di clandestini in Italia: solo negli ultimi giorni sulle coste di Lampedusa ne sono arrivati oltre mille e il fenomeno sembra raggiungere dimensioni allarmanti.

L’ultimo rapporto Istat sulla popolazione straniera residente in Italia rivela che i cittadini stranieri residenti in Italia al primo gennaio 2008 sono 3 milioni 432 mila 651, 493.729 in più rispetto all'anno precedente (+16,8%).

E sottolinea che si tratta dell'incremento più elevato mai registrato nel corso della storia dell'immigrazione nel nostro Paese, da imputare al forte aumento degli immigrati di cittadinanza romena che sono cresciuti nell'ultimo anno di 283.078 unità (+82,7%).

La popolazione straniera residente nel nostro paese corrisponde al 5,8% (un anno prima era il 5%) sul totale della popolazione complessiva. Quasi la metà degli stranieri (47,1%) in Italia proviene dai paesi dell'Est europeo. In un solo anno (2006-2007) i romeni in Italia sono passati da 342.200 unità a 625.278 (+82,7%), scalzando così il primato dell'Albania (da 375.947 a 401.949) che al momento si colloca al secondo posto.

Al terzo posto c'è il Marocco con 365.908 unità (erano 343.228). I primi cinque paesi della graduatoria - Romania, Albania, Marocco, Cina e Ucraina - rappresentano circa la metà di tutti gli immigrati residenti, con 1.682.000 unità, pari al 49% del totale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il