BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Meno tasse e lotta corruzione nella pubblica amministrazione.Berlusconi:si lavorava solo con assegni

Semplificazione, trasparenza, riduzione degli oneri burocratici e responsabilizzazione attraverso il federalismo fiscale: sono questi i quattro punti indicati dal ministro Brunetta per lottare contro la corruzione nella Pubblica amministrazione.



E’ polemica sulle parole del premier, Silvio Berlusconi, in merito alla questione corruzione dopo il via del piano Trasparenza lanciato dal Ministro per la Funzione Pubblica, Renato Brunetta. Semplificazione, trasparenza, riduzione degli oneri burocratici e responsabilizzazione attraverso il federalismo fiscale: sono questi i quattro punti indicati dal ministro Brunetta per lottare contro la corruzione nella Pubblica amministrazione.

Il presidente del Consiglio, presentando il nuovo Servizio centrale anticorruzione, ha così commentato: “Conosco bene il problema della corruzione... Io smisi di costruire a Milano, perché a Milano non si poteva costruire niente se non ti presentavi con l'assegno in bocca... Questo, per fortuna, avveniva molti anni fa”.

E ancora: “Per far ripartire l'economia reale dobbiamo avere il coraggio di ridurre la pressione fiscale, in particolare sulle imprese. La progressiva riduzione delle tasse é la strada da perseguire”.

“Le parole del presidente del Consiglio sulla presenza di una corruzione patologica nella pubblica amministrazione e sulla ferma volontà del governo di estirparla stupiscono,  replica Silvana Mura deputata di Idv. “Se è davvero così, il premier Berlusconi ci dovrebbe spiegare perché sta facendo fuoco e fiamme per far approvare una legge che impedisca l'uso delle intercettazioni proprio per i reati di corruzione”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il