BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Carte di credito: uso è il più basso in Europa in Italia. Al via una campagna per pruomoverne l'uso

Parte la campagna 'Fai valere le tue carte', promossa da PagoBancomat e Visa per favorire l'uso delle carte di pagamento.



Nonostante siano il mezzo più comodo e semplice da usare, e portarsi dietro invece dei soldi, le carte di credito in Italia non hanno raggiunto il boom ottenuto in altri Paesi.

Per cercar di far valere le possibilità di questi messi, è pronta a partire la campagna 'Fai valere le tue carte', promossa da PagoBancomat e Visa per favorire l'uso delle carte di pagamento e ridurre le operazioni in contante Italia, nell'obiettivo di colmare così il gap con il resto d'Europa.

Ogni italiano, hanno spiegato i promotori, fa mediamente 21,6 operazioni con carte di pagamento l'anno, contro le 50,5 della media europea. I promotori della campagna per favorire l'uso massiccio delle carte di pagamento, hanno poi aggiunto che il 93% degli esercizi commerciali italiani è dotato di POS, gli italiani possiedono 67 milioni di carte di pagamento (circa due carte a testa nella popolazione attiva), ma effettuano solo un numero ridotto di operazioni l'anno, contro i finlandesi che ne fanno 150, gli inglesi 110, gli olandesi 100, i francesi 90 e i portoghesi 75.

Per sottolineare l’importanza del valore della carte di credito, Davide Steffanini, direttore generale di Visa Europe, ha spiegato infatti come il contante sia uno strumento di pagamento vecchio, la cui gestione assorbe una cifra pari al 2% del nostro Pil. Riferendosi proprio all’uso del contante, le carte di credito sono state presentate dai promotori della campagna per la riduzione delle operazioni in contante come una sorta di bacchetta magica portatrice di vantaggi e sicurezze.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il