BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imprese pessimiste su finanziamenti banche e vendite. Licenziamenti visti in aumento

La crisi economica che attanaglia il mondo fa crescere il Italia il timore che essa possa colpire il comparto industriale.



Secondo l’ultima ‘Indagine sulle aspettative di inflazione e crescita’ contenuta nei supplementi del Bollettino Statistico di Bankitalia, cresce la paura che la crisi economica e finanziaria che sta colpendo ogni aspetto della vita mondiale possa arrivare a toccare anche il comparto industriale.

Dall'indagine, condotta su un campione di 480 aziende con almeno 50 addetti, i giudizi sulla situazione economica generale rimangono prevalentemente negativi: il 56,1%, una percentuale piuttosto elevata, ritiene, infatti, che il quadro sia peggiorato rispetto a 3 mesi fa. Una quota di pessimisti che è relativamente più elevata tra le imprese dei servizi e al Nord. E preoccupazione emerge, come naturale che sia, anche per quel che riguarda il tema dell’occupazione.

La quota di imprese che prevede di diminuire l'occupazione totale nei prossimi 3 mesi, secondo il Bollettino,  supera quella che ne attende un incremento: rispettivamente 25,4 e 12,7%. A conferma di questi dati basta citare qualche esempio di grande Casa come la Volvo che ha deciso di licenziare 3.400 dipendenti. La casa automobilistica ha spiegato che i tagli interesseranno principalmente lo stabilimento svedese di Gotheborg. 

E ancora, Toyota che ridurrà il personale, la nostra Fiat ch ha annunciato il ricorso alla cassa integrazione per due settimane, dal 3 al 16 novembre, per 3.500 lavoratori dello stabilimento di Mirafiori e dal 3 al 9 novembre per 1.200 dipendenti della Iveco-Powetrain dello stabilimento Stura.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il