BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Formaggi e prodotti Galbani venduti con date scadenze contraffate: dipendenti Perugia si ribellano

Obbligati a vendere merce scaduta contraffatta: i dipendenti Galbani denunciano l'azienda.



Venditori e addetti allo stoccaggio della Galbani hanno presentato un esposto alla Procura di Perugia contro l'azienda. La denuncia a danno della stessa è di avere obbligato, per anni, il personale a vendere merce con la data di scadenza contraffatta.

Nella denuncia si parla di grossi quantitativi di prodotti messi sul mercato dopo provvidenziali lifting nel deposito perugino dell'azienda. I dipendenti della Galbani avrebbero messo a disposizione dei magistrati documenti, fotografie e registrazioni audio in cui risulterebbero piuttosto chiari accordi e decisioni di come organizzare il lavoro.

Al vaglio degli inquirenti ci sono adesso tonnellate di formaggi e salumi scaduti. Il marchio Galbani è già coinvolto nell'inchiesta condotta dalla Guardia di Finanza di Cremona e Piacenza perchè compare tra i principali fornitori della Tradel, una delle aziende coinvolte nel giro del ‘riciclo merce’ che tra Lombardia e Emilia Romagna acquistavano formaggio scaduto o avariato e lo rimettevano sul mercato dopo averlo mischiato a prodotto fresco.

Precise responsabilità, in quel caso, sono emerse a carico di alcuni impiegati degli stabilimenti Galbani di Certosa di Giussago e Corteolona (Pavia).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il