BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Rialzi Borsa Stati Uniti, Milano e Giappone record. Solo rimbalzi? Conviene investire?

In rialzo le Borse di tutto il mondo. Ma ancora tanta prudenza.



Dopo la passione di qualche giorno fa a Tokyo dove il Nikkei aveva perso oltre il 11%, oggi sale al 14,15% e sembra crescere ulteriormente. La Borsa di Seul segna un rialzo del 6,14% a 1.367,69 punti, mentre Taiwan guadagna il 5,14% a 5.278,51 punti.

Wall Street rimbalza: il Dow Jones chiude a più 936,42 punti, pari all'11,08 per cento, il Nasdaq con +11,81% e lo S&P 500 con l’11,58%. Sono queste le prime reazioni dopo gli interventi coordinati degli Stati del G-7 di Washington.

Chiusura record anche per le Borse europee: l’iniezione di fiducia per i mercati che i governi europei e mondiali si auspicavano di raggiungere sembra essersi compiuta. Spiccano i titoli finanziari: l’indice Ftse Eurofirst 300 guadagna il 9,2% a 929,20 punti. 

A Londra l'indice Ftse 100 cresce dell'8,26% a quota 4.256,90, il Cac 40 di Parigi raggiunge l'11,18%, raggiungendo il valore più alto della sua storia. Il Dax 30 di Francoforte registra un +11,40% a quota 5.062,45 e il Mibtel avanza del 10,93% a quota 17.125.

Si impennano anche i valori bancari: Allianz segna un rialzo del 14%, Ing Group del 20% e Credit Suisse del 28%. Partono forti anche oggi le Borse europee ed è boom a Piazza Affari. Unicredit guadagna addirittura il 3,4%. Bene Intesa, Enel Eni, Mediolanum, Autogrill, Parmalat.

Seconda giornata di rialzi ma ancora tanta prudenza. E’ decisamente presto per dire qualcosa di sicuro, ma che anche stamattina i mercati azionari stanno salendo in apertura in modo convinto. Tuttavia, per valutare la situazione bene ci vorranno ancora almeno due settimane di tempo.

Adesso le reazioni dei mercati sia al rialzo che in ribasso sono esagerate.  E per quanto riguarda gli investimenti, converrebbe puntare su quelli valutati in una prospettiva di medio-lungo periodo, anche perché ci saranno ancora  ulteriori scossoni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il