BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Calo delle Borse Usa, Europa e Giappone dopo rimbalzi: dati indicano recessione economia in atto

Dopo appena tre giorni dal rimbalzo delle Borse di tutto il mondo che aveva creato euforia in tutti i mercati, si torna a respirare timori.



Dopo appena tre giorni dal rimbalzo delle Borse di tutto il mondo che aveva creato euforia in tutti i mercati, compresa quella statunitense, a New York torna il timore di una grave  crisi e di conseguenza il mercato azionario cade ancora in rosso.

Il Dow Jones scende sotto i novemila punti. Tornano in rosso anche le Borse europee: a Londra l'Ftse ha perso il 7,2%, A Parigi il Cac ha lasciato sul terreno il 7,18%, a Francoforte il Dax ha perso il 6,54%, mentre Madrid ha perso il 5,36%.

A Piazza Affari il Mibtel ha chiuso le contrattazioni a -4,95% e l'S&Pmib a -5,3%. Tra i peggiori i titoli del comparto materie prime (-15,33 l'indice settoriale), costruzioni (-9,73 il dj stoxx) e quello dell'industria, in calo del 9,27%. Tonfi anche per la Borsa russa l'indice principale, l'Rts (espresso in dollari), è scivolato a -9,26%, con un crollo record per Rosbank (28,75%) e il Micex (in rubli) a -8,75%.

Il Nikkei chiude in ribasso dell'11,4%: ed è il il peggior calo dal 1987. Cade anche Seul che perde il 9,4 per cento alla chiusura delle contrattazioni. Hong Kong e Bombay hanno aperto con perdite intorno al 6 per cento, Shanghai con un più discreto -4 per cento.

Tutti i dati indicano ormai una recessione dell’economia in corso e che va a toccare ogni settore ed ogni comparto e gli analisti confermano una recessione prossima ventura.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il