BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Prezzi biglietti aerei Lufthansa più bassi, mentre Alitalia aumenta tassa di imbarco

Mentre Lufthansa abbassa i biglietti aerei, Alitalia li rincara.



Ancora notizie dal tanto discusso mondo delle compagnie aeree, ma questa volta buone e soddisfacenti. La compagnia aerea tedesca Lufthansa ha deciso di tagliare i prezzi dei biglietti a partire da domani, lunedì 20 ottobre.

Il calo dei prezzi del petrolio ha portato ad una consistente diminuzione del costo dei carburanti e quindi la compagnia ridurrà la voce ‘maggiorazione carburante’ che i passeggeri pagano sia per i voli nazionali ed europei, sia per quelli intercontinentali.

Il supplemento per i voli nazionali e intraeuropei verrà abbassato di 3 euro a tratta. Sulle rotte di lungo raggio la fuel surcharge sarà abbassata di 5 euro per tratta. Con l'abbassamento dei prezzi del petrolio e del cherosene, Lufthansa tornerà ai livelli ‘maggioranza carburante’ di inizio giugno 2008.

E se Lufthansa taglia le tariffe, sul fronte italiano la tanto discussa compagnia di bandiera Alitalia rincara la tassa d'imbarco e i problemi si riversano di nuovo sui passeggeri. Le commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera hanno, infatti, approvato un emendamento del governo al decreto legge che ne prevede un rincaro a 3 euro.

Si tratta di una tassa che in parte finisce nelle casse dei comuni con uno scalo aeroportuale e in parte, invece, è destinato al fondo speciale per il sostegno al reddito, alla occupazione e alla riconversione e riqualificazione del personale del settore del trasporto aereo. 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il