Credito a imprese e Pmi con prestiti garantiti dello Stato e dagli aiuti dati alle banche

Lo Stato e le banche a sostegno delle imprese e delle Pmi. Le novità.



Lo Stato e le banche a sostegno delle imprese e delle Pmi. Il governo, dopo aver varato nei giorni scorsi misure per sostenere il sistema bancario e aiutare i risparmiatori, sta lavorando a un piano 'salva-imprese' per contenere gli effetti della crisi finanziaria sull'economia reale.

Fra le possibilità da considerare spicca la garanzia pubblica sui prestiti delle banche alle imprese e il ritorno della rottamazione auto ed elettrodomestici.

Per quanto riguarda la garanzia pubblica, per le imprese che non riescono ad ottenere i finanziamenti da parte delle banche per via del 'credit crunch' (l'inasprimento improvviso delle condizioni dell'offerta di credito) la garanzia statale potrebbe riuscire ad evitare fallimenti industriali.

Nel frattempo, la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, riferendosi alle richieste che gli industriali hanno avanzato in un recente incontro con i vertici dell'Abi, ha detto di essere pronta a far si che il denaro degli aiuti di Stato agli istituti di credito non resti nelle casse delle banche, ma venga investito per sostenere progetti e sviluppi le piccole e medie imprese.

E a questo proposito, ha ribadito che  per lo sviluppo servono interventi anche su altri settori quali credito, lavoro e pubblica amministrazione.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il