BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Borsa Giappone crolla del 10%. Ai minimi da 5 anni. Aperture negative in Europa. Paura recessione

Altra giornata di passione per le Borse: crollano le borse asiatiche, male anche quelle europee.



Altra giornata di passione per le Borse. Dopo il crollo dei mercati asiatici, anche le Borse europee stanno registrando un forte calo.

A Milano il Mibtel ha aperto in flessione del 4,51%. Male anche Londra che apre a -3,09%, Parigi -4,70% e Francoforte -5,16%.  A Piazza Affari il Mibtel perde il 3,66%, Parigi cede il 5,19%, Londra il 4,55%, Francoforte il 5,95%.  E cresce la pura recessione.

L'indice Nikkei accusa un tonfo del 9,60% rotolando sotto quota 8 mila che è anche il livello minimo da 5 anni. La borsa di Tokyo chiude la settimana con una flessione superiore al 12%.

A Seul, alla fine l’indice Kospi ha perso il 10,60%, con un debolissimo volume di scambi. L'euro continua a perdere terreno nei confronti di dollaro e yen, toccando in mattinata la quota più bassa dal 2002 sulla valuta nipponica.

Sui mercati asiatici la moneta unica europea viene scambiata a 1,2794 dollari e 122,70 yen contro 1,2912 dollari e 125,06 yen di giovedì sera a New York. Wall Street ha chiuso con un forte ribasso, dovuto alle preoccupazioni degli investitori per una serie di utili societari negativi, un segnale che la debolezza dell'economia statunitense non accenna a diminuire.

Dopo i forti guadagni delle precedenti sedute, l'indice Dow Jones è sceso del 2,5%, mentre il Nasdaq ha perso oltre il 4% dopo una cattiva performance dei titoli tecnologici.

Al termine delle contrattazioni e dopo le operazioni di compensazione il Dow Jones ha perso 231,77 punti (-2,50%), a quota 9.033,66 punti, il Nasdaq è arretrato di 73,35 punti (-4,14%) a 1.696,68 punti, mentre lo S&P 500 ha ceduto 30,35 punti (-3,08%), a 955,05 punti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il