BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Guadagni in Borsa: rendimento negativo in 10 anni per chi ha investito in Italia. Meglio Bot

Le Borse mondiali vivono ancora momenti di passione. E le previsioni per il futuro non sono per niente positive.



Le Borse mondiali vivono ancora momenti di passione. La crisi dei mercati fa tremare anche la Piazza Affari di Milano. E le previsioni per il futuro non sono per niente positive.

Secondo gli ultimi risultati presentati dall’ analisi condotta dell’ufficio studi di Mediobanca sugli Indici e dati relativi ad investimenti quotati’, nell'ultimo decennio l'indice sul totale dei titoli quotati in Borsa ha avuto un rendimento reale medio annuo che oscilla tra il -1,9% per chi ha comprato nel gennaio 2004 al -49,4% per chi ha acquistato a inizio 2008, a ridosso del crollo dei listini.

Solo chi è entrato nel 2003 è riuscito a non perdere (+0,8%),mentre segna +0,2% dal 2004 (-1,9%), -5,4% dal 2005 (-7,7%), -13,1% dal 2006 (-15,4%), -27,8% da gennaio 2007 (-30,5%) e -46,8% dall'inizio dell'anno (-49,4%). Dunque, chi ha investito in bot e titoli di stato pur con rendimenti bassi, che sono arrivati al massimo al 3,5% netto negli ultimi anni, ci hanno guadagnato. E sono i bot ad andare bene.

Nel dettaglio, dal 1999 a giugno 2008 il comparto assicurativo segna -1,5%, -1,9% le banche e +1,2% l'industria. La crisi innescata dai mutui subprime, secondo una classifica presentata da Mediobanca, scivola UniCredit (-58,9% a 31 miliardi) all'ottavo posto dal terzo di fine 2007, sesta posizione Intesa SanPaolo (-44,2% a 35,7 miliardi la performance dei 10 mesi).

Resta prima Hsbc (-8,4% a 124,4 miliardi), seguita da Santander (-35,8% a 59,3), Bnp Paribas (-26,2% a 51), Bbva (-40,7% a 37,2), Credit Suisse (-24,4% a 36,2, a fine 2007 era decima), Intesa, Ubs (-46,7% a 35), UniCredit, Sberbank (-74% a 16,1) e Hbos (-91% a 5,4).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il