BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Investire in Btp: rendimenti più alti di circa 1% rispetto ai tedeschi. Poca fiducia su Italia?

Cresce lo spread fra Bpt italiani e Bund tedeschi.



Se la crisi finanziaria colpisce, ciò che si cerca p un rifugio sicuro per le proprie finanze. E in questo quadro di certezze, i titoli di Stato, in particolare quelli tedeschi, tornano ad essere visti come porto sicuro per gli investitori preoccupati per i loro investimenti.

La differenza tra i Bpt italiani e quelli tedeschi (Bund) cresce arrivando a toccare quota 100 punti base. Uno spread (allargamento della forbice) così non si vedeva sul mercato europeo del reddito fisso dal 1997, cioè dall’anno in cui il nostro Paese si stava a preparando ad entrare nell’euro.

Perché si è verificato un spread talmente alto? I motovi sembrano essere due: il primo, più importante, è che i Bund tedeschi sono storicamente visti come i titoli di Stato più sicuri d'Europa, soprattutto perché sono molto liquidi e hanno un contratto futures molto efficiente.

Il secondo motivo, non meno importante, è quello che osserva l’andamento dei mercati interni e internazionali, che vedono comunque la Germania dominare da un punto di vista economico, garantendo, dunque, più stabilità. Perché se l’Italia sconta la pena dei debiti dei conti pubblici, la Germania no.

Record nel nostro Paese anche per i credit default swap, cioè le polizze che gli investitori usano per assicurarsi contro l'insolvenza di qualunque emittente obbligazionario: 128 punti base lunedì e 115 ieri.

Secondo i calcoli di StatPro, questo significa che gli investitori implicitamente calcolano una probabilità di insolvenza della Repubblica italiana del 2% nell'arco di un anno e del 10% nell'arco dei prossimi 5 anni. Ciò significa da una parte che l’Italia mostra segni di incertezza per cui, di conseguenza, ci si rifugia in titoli più sicuri.

Autori:

Marianna Quatraro

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il