5000 euro di prestito per i nuovi nati come sostegno alle famiglie proposto da Governo.Tasso del 4%

Un prestito di 5 mila euro a tutti i nuovi nati delle famiglie numerose rimborsabile con un tasso di interesse basso, la proposta di Giovanardi.



Un prestito di 5 mila euro a tutti i nuovi nati delle famiglie numerose rimborsabile con un tasso di interesse molto basso, ipotizzato al 4%: il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla famiglia, Carlo Giovanardi, conferma l'annuncio del presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

'Questa iniziativa, spiega Giovanardi, può ostituire un segnale positivo di attenzione e sostegno per la famiglia, soprattutto per coloro che non sono nelle condizioni di far fronte a nuove spese ne di poter ricorrere a prestiti ordinari'”, alla luce della pesante situazione economica che anche il nostro Paese si trova ad affrontare. In un contesto del genere non tutti hanno la possibilità di reagire finanziariamente alla bufera.

Giovanardi ha, inoltre, precisato il presidente del Consiglio, ha dato assicurato che le risorse per il prestito-bebè sono già a disposizione: ammonterebbero 35 milioni di euro e deriverebbero da alcuni Fondi a disposizione del sottosegretario.

Secondo lo stesso Giovanardi, ogni anno nascono in Italia 500.000 bambini, che sono un grande investimento per il futuro del nostro Paese, ma anche una fonte di spesa aggiuntiva soprattutto nel primo anno di vita. Proprio per questo pensiamo di poter consentire a tutte le famiglie che avranno un nuovo nato la possibilità di godere dell'erogazione di un prestito bancario di 5.000 euro, rimborsabile in 5 anni a tassi molto contenuti, circa il 4%, in quanto la restituzione verrebbe garantita da un fondo istituito presso il Dipartimento della famiglia.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il