BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Prezzi case in ribasso nei quartieri periferici di diverse città. Ma resistono ancora mediamente

Alle stelle mutui e prezzi di case, ma oggi la situazione sembra leggermente cambiare.



La crisi finanziaria che si è abbattuta sul mondo intero e che dall’America dei subrpime si è allargata a comprendere ogni angolo dei Paesi più industrializzati, è stata fortemente recepita sui mercati in generale e su quello immobiliare, in particolare. Alle stelle mutui e prezzi di case, ma oggi la situazione sembra leggermente cambiare.

L'onda dei ribassi è partita dai quartieri popolari, come Secondigliano a Napoli,  San Salvario a Torino, e zone di periferia, come Quarto dei Mille a Genova.  Nei primi sei mesi di quest'anno i prezzi sono scesi di oltre il 10% i prezzi degli immobili nella categoria del medio usato.

Gli ultimi dati dell'agenzia del Territorio mostrano un rallentamento delle compravendite (-14% al 30 giugno), cui però non è collegata una riduzione dei prezzi della stessa intensità. Secondo le ultime rilevazioni di Tecnocasa e Gabetti property solutions, alla luce dell’analisi dei valori medi,  mostrano che l'onda dei ribassi ha già investito molte realtà marginali. Insieme ad un calo medio dei prezzi del 2,7% nelle grandi città, in alcuni casi anche gli appartamenti di alto livello hanno visto una limatura.

Il motivo di questo andamento però non sono le dinamiche creditizie, quanto la clientela facoltosa, che conosce il mercato e oggi non è disposta spendere più di tanto. L'onda dei ribassi non ha, infatti, toccato il centro delle grandi città e gli immobili di pregio.Per le abitazioni di livello medio alto il prezzo di vendita è lo stesso di gennaio 2008, con un calo in termini reali al netto dell'inflazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il