BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fondo per le Pmi e incentivi per le aziende in crisi: aumentate le disponibilità da Scajola

Nuove misure di aiuti per le imprese, anche artigiane. In cosa consistono.



Claudio Scajola, ministro dello Sviluppo economico, illustra le nuove misure del pacchetto di aiuti per le imprese che subiranno le conseguenze della crisi finanziaria in atto in questi mesi e che sta travolgendo il mondo intero.

La prima novità annunciata è il Fondo di garanzia per le Pmi, che sarà esteso alle imprese artigiane attraverso un emendamento a uno dei decreti salva-banche. Obiettivo del fondo è quello di rappresentare un intervento straordinario per favorire la liquidità alle imprese, aumentando il livello di garanzie.

Il Fondo avrà a disposizione 650 milioni, dei quali 480 aggiuntivi, in seguito a un'operazione di rifinanziamento per la quale sarà sufficiente un decreto interministeriale che dovrebbe essere firmato entro questa settimana.

Scopo del Fondo istituito è l’assicurazione dei crediti concessi dalle banche a favore di Pmi, nelle quali saranno incluse anche quelle imprese iscritte all'albo artigiano per il quale era stato creato un differente strumento. Con l'ultimo pacchetto anche queste ultime verranno ammesse al Fondo di garanzia, che era stato già potenziato nel 1997 dalla legge Bersani.

Per quanto riguarda il settore incentivi, Scajola dice che si punterà essenzialmente al risparmio energetico sbloccando 750 milioni e che verranno costituiti fondi che andranno a rifinanziare le domande di detrazione sugli interventi di riqualificazione energetica: finestre e infissi, pannelli solari per la produzione di acqua calda, caldaie, con la possibile estensione dello stesso principio anche a interventi di tipo industriale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il