BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassi di interesse Bce sui mutui e non euribor. La prima offerta è di Bpm

Il Gruppo Bipiemme lancia Euromutuo la novità con un tasso di interesse legato a quello Bce.



Euromutuo la novità, il vantaggio di avere un tasso di interesse agganciato a quello ufficiale di riferimento della Banca centrale europea la caratteristica peculiare. E’ questa la nuova tipologia di mutui offerta dal Gruppo Bipiemme (Banca Popolare di Milano, Banca di Legnano e Cassa di Risparmio di Alessandria) alle famiglie.

A proporre alle banche di indicizzare i mutui ai tassi della Bce piuttosto che all’Euribor, era stato qualche giorno fa il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi, nel suo recente intervento alla Giornata mondiale del risparmio. E la Banca guidata da Roberto Mazzotta è stata la prima a mettere in pratica la proposta.

I vantaggi per chi aderirà alla nuova proposta Euromutuo sono importanti, soprattutto quelli legati ai tassi, che essendo agganciati a quelli ufficiali di riferimento della Banca centrale europea e non più a quello interbancario (Euribor) offrono maggiore trasparenza e una maggiore stabilità, giacchè il tasso Euribor è più volatile rispetto al tasso Bce.

I primi mutui potranno essere sottoscritti nelle filiali del Gruppo Bipiemme prevedono l'applicazione di uno spread, rispetto al tasso Bce, dell'1,50% e una durata massima di 30 anni.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il