BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Programmi Barack Obama eletto presidente: piano energia Apollo per i prossimi 15 anni

Dopo aver comunicato i primi nomi di coloro che faranno parte del suo staff, Obama rilancia sul piano energia.




Barack Obama è pronto: pronto a guidare la potenza mondiale, pronto a ristabilire un ordine che sia di natura economica e politica quanto sociale e civile, pronto a nuovi e migliori orientamenti esteri.

E il mondo intero inneggia alla sua elezione: dalla sua terra, in cui si spera in un vero e reale cambiamento quale quello annunciato, e nelle terre all’America da sempre legate, qualsiasi siano i motivi di questi legami. Ma questo nuovo presidente ha il merito di riunire in questi festeggiamenti per la sua elezione anche popolazioni da sempre estranee agli eventi politici mondiali, cui avrebbero dovuto, comunque e sempre, sottostare.

Oggi il mondo cambia e il cambiamento inizia dal progetto Apollo. Dopo aver, infatti, comunicato i primi nomi di coloro che faranno parte del suo staff, Obama rilancia sul piano energia. Il piano di Obama pone come punti principali la lotta all’effetto serr e l’indipendenza dalle importazioni petrolifere mediorientali e venezuelane.

Obiettivi quasi utopici da raggiungere attraverso investimenti strategici, paragonati a quelli per le missioni spaziali Apollo, da qui il nome del piano energia ‘Apollo’, di 150 miliardi di dollari in dieci anni per sviluppare energie pulite e creare 5 milioni di posti di lavoro.

Inoltre, a differenza di quanto avviene in Italia, Obama chiede molto anche alle corporation. Le compagnie petrolifere potranno andare alla ricerca di petrolio e gas naturale sul territorio USA solo in base alle licenze esistenti. E se non n usufruiranno, le perderanno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il