BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Risparmio e italiani: famiglie più povere con ricchezza diminuita. I motivi principali

La crisi finanziaria si abbatte sulle famiglie italiane. Diminuisce la ricchezza e le famiglie povere crescono.



Secondo gli ultimi dati della Banca d’Italia contenuti nel Supplemento al Bollettino statistico dedicato ai Conti finanziari, la crisi finanziaria che investe le Borse mondiali si sta abbattendo anche sulle famiglie italiane, i cui patrimoni tra il primo e il secondo trimestre di quest’anno sono stati prosciugati di 54 miliardi di euro.

La minore ricchezza è determinata in larga parte dal calo del valore delle azioni in portafoglio e dalle quote nei fondi comuni. Azioni e altre partecipazioni nel secondo trimestre ammontano a 799,4 miliardi di euro contro 1.104 miliardi dei dodici mesi precedenti. Anche le quote in fondi comuni accusano una sensibile contrazione da 290 a 206 miliardi di euro.

Le famiglie italiane risultano, così, esser diventate più povere e la ricchezza pare diminuita. E il rifugio per tutti coloro che sono stati toccati dagli effetti diretti delle ultime settimane di crisi economica sembra essere rappresentato dai titoli a medio e lungo, in lieve crescita anche la liquidità.

Mentre risultano leggermente in calo i Bot e complessivamente i titoli a breve termine. Crollano anche i fondi comuni. Nel secondo trimestre, gli investimenti erano a quota 206 miliardi di euro, contro i 221 miliardi di euro conteggiati nel primo trimestre e gli oltre 290 miliardi di euro calcolati solo un anno fa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il