BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Innovazione e imprese in Italia statistiche 2008. Poco le Pmi, meglio la grandi aziende

Cresce in Italia lo sviluppo e l'innovazione nelle grandi aziende.



Grande spazio alle grande aziende italiane. Nonostante il periodo di crisi economico che si abbatte anche sul nostro paese, sembra che i profitti delle grandi imprese si attestino su buoni livelli.

Secondo i dati Istat diffusi nell'ambito dell'indagine europea sull'innovazione nei paesi Ue (CIS - Community Innovation Survey), il 27% delle imprese in Italia, nel triennio 2004-2006, ha introdotto in azienda o sul mercato innovazioni di prodotto o processo.

Questa percentuale scende al di sotto del 25% nel caso delle Pmi con meno di 50 addetti, per questa categoria con investimenti inferiori al 20% della spesa complessiva, che risulta globalmente in calo del 5% rispetto alle rilevazioni 2004. Ad interessare i cambiamenti nei processi di crescita e sviluppo sarebbero le imprese con almeno 10 dipendenti, l'introduzione di nuovi prodotti e/o processi interessa oltre la metà delle imprese con almeno 250 addetti e solo un quarto di quelle con 10-49 addetti. 

Le imprese più innovatrici sono state quelle del settore Industria (36,3%), seguite da Costruzioni (17,3) e Servizi (21,3%). Tra le imprese che hanno innovato nel triennio 2004-2006, il 50,5% ha introdotto innovazioni che interessano unicamente il processo produttivo, il 35,2% ha innovato congiuntamente processi e prodotti e il rimanente 14,3% concentrato le proprie attività innovative sui soli prodotti.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il