BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fannulloni per Brunetta: dipendenti statali peggiori sono di sinistra il più delle volte. Polemiche

'I fannulloni stanno spesso a sinistra'. Così il ministro Brunetta ed è polemica.



‘I santuari del potere della sinistra’: così il ministro della Funzione Pubblica, Renato Brunetta, qualche giorno fa protagonista di un’inchiesta de L’Espresso, ha definito i fannulloni colpiti della sinistra.

“Il Paese è con me ma un pezzo del Paese no, e me ne sono fatto una ragione: il Paese delle rendite e dei poteri forti, quello dei fannulloni, che spesso stanno a sinistra”. Ed è polemica. Il ministro ha osservato che la sua politica improntata alla maggiore efficienza non poteva non turbare i sogni dei fannulloni e ha rivendicato di aver toccato i santuari del potere della sinistra, soprattutto quando ha annunciato i tornelli nei tribunali per far funzionare meglio la magistratura, che è una legge di Prodi, allora ‘mi hanno insultato’, ha detto il ministro.

Immediata la risposta del leader della Cgil Guglielmo Epifani, che ha invitato Brunetta a dar prova di quello che afferma, altrimenti sarebbe un bugiardo. Ma il ministro non si ferma: l’obiettivo è scavare “nei depositi nascosti di potenzialità della macchina pubblica, per aumentare del 30-40% la produttività”.

Durante la riunione dei Circoli del buongoverno tenutosi a Montecatini Terme, il ministro Brunetta ha sintetizzato tutte le tappe più significative che hanno condotto l’amministrazione pubblica al suo stato attuale, manifestando il suo dispiacere per l’opposizione della Cgil nei confronti della riforma per il miglior funzionamento dell’amministrazione pubblica.

Il ministro ha definito l’opposizione del sindacato ‘un errore’ perché dal 1° gennaio il loro contratto sarà rinnovato e ha invitato la Cgil ad un comportamento più responsabile visto il momento di grande crisi che il Paese sta attraversando.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il