BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi dipendenti pubblici statali: chi guadagna di più e di meno? Confronto

I dipendenti pubblici, alla gogna per l'operazione trasparenza del ministro Brunetta, alle prese con conti e buste paga. Le differenze.



Secondo gli ultimi dati emersi dal conto annuale del personale diffuso dalla Ragioneria generale dello Stato, che ha dedicato un capitolo all'analisi delle buste paga dei 3,36 milioni di dipendenti pubblici a tempo indeterminato, il costo totale del personale nel 2007 si è attestato a 156 miliardi di euro, il 4% in meno nel 2006.

Ma in questo quadro, c’è una consistenza differenza di stipendi a seconda dei ruoli ricoperti. Secondo il rapporto, infatti, pare che la busta paga più sostanziosa sia quella incassata ogni mese ai cinque dirigenti di prima fascia dei Monopoli di Stato, che nel 2007 hanno guadagnato in media 250mila euro all'anno.

Decisamente ottime le retribuzioni dei dirigenti ministeriali, che tra 2005 e 2007 sono aumentate del 16,7% nel caso dei vertici apicali (portando a un consuntivo medio di 173mila euro) e addirittura del 23% per i dirigenti di seconda fascia (giungendo a quota 80.500 euro l'anno).

Figurano poi i dipendenti della presidenza del Consiglio, che lontano dai ruoli dirigenziali sfiorano i 37.500 euro l'anno. Vanno diversamente le cose in ambito scuola ed enti territoriali, per arrivare sotto i 25mila euro l'anno nel caso del personale tecnico delle università.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il