BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riduzione acconto Irpef e Ires per imprese e bonus fiscale per famiglie. Per chi e quali condizioni?

Il piano italiano anti-crisi da 80 miliardi prevede una riduzione dell’acconto Irpref e Ires destinato ad imprese e famiglie.



Il piano italiano anti-crisi da 80 miliardi, oltre 5 punti di Pil (per gran parte già stanziati), annunciato dal premier Silvio Berlusconi e dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, al termine del G20 di Washington, prevede una riduzione dell’acconto Irpref e Ires destinato alle imprese e un bonus fiscale pensato, invece, per le famiglie.

Secondo quanto previsto, l'acconto Irpef passerebbe dal 99 al 96-97%, quello Ires dal 100% al 97 per cento. Ma si tratterebbe di un beneficio temporaneo, perché poi sarà necessario riallineare il versamento nel saldo di giugno.

Certo è che questa nuova misura recherebbe alle imprese un po' di ossigeno per far fronte alla caduta di liquidità imposta dalla contrazione del credito da parte delle banche. Per quanto riguarda, invece, la novità per le famiglie, si parla di un bonus fiscale di fine anno per i redditi fino a 25mila euro. Per le famiglie numerose è al vaglio anche un prestito di 5mila euro per ogni nuovo nato da restituire in 4-5 anni con un tasso agevolato.

Ma le novità non finiscono qui perché il governo avrebbe al varo anche altri pacchetti a sostegno delle famiglie meno abbienti, tra cui sconti sulle bollette del gas e la carta prepagata da 40 euro per 1,3 milioni di cittadini prevista dalla manovra d'estate, che partirà in dicembre.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il