BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Vendite in calo previsioni negative per 3 anni di seguito. Prima alimentari poi tutti altri generi

Le previsione sulle vendite 2009 2010 non promettono nulla di buono. I dati.



Le previsione sulle vendite 2009 2010 non promettono nulla di buono. La crisi finanziaria che sta travolgendo il mondo intero evidentemente non accenna a placarsi, nemmeno nella prospettiva di un lungo periodo.

Secondo le ultime analisi Confcommerico, i consumi delle famiglie italiane diminuiranno per tre anni consecutivi, segnando un calo dello 0,5% quest'anno, dello 0,5% nel 2009 e dello 0,4% nel 2010. I dati prevededono che la flessione più marcata si registrerà nel comparto degli alimentari e bevande (-1,2%), seguita dal comparto trasporti, comunicazioni e altro (-0,8%) e dai tre comparti vestiario e calzature, abitazione e durevoli casa, ricreazione, tempo libero e consumi fuori casa, tutti con -0,5% per l'anno in corso.

Inoltre, per il comparto abbigliamento e calzature la contrazione sarà dello 0,6% l'anno prossimo e dello 0,8% nel 2010. Nello stesso tempo, per i comparti tempo libero e consumi fuori casa, la contrazione si attesta sul'1,4% e sul 2%. Infine, i risultati forniti dalle ultime analisi Confcommercio, con uno sguardo al futuro, prevedono che rispetto all'Italia che soffrirà per tre anni il calo dei consumi, Francia e Germania andranno meglio.

La prima resisterà con un aumento quest'anno dello 0,9%, l'anno prossimo dello 0,5% e nel 2010 ancora dello 0,9%, mentre in Germania dopo un calo dello 0,5% previsto nel 2008 dovrebbero susseguirsi un +0,2% nel 2009 e un +0,7% nel 2010.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il