BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Olindo e Rosa innocenti per la strage di Erba?Il padre Azouz dichiara i propri dubbi su colpevolezza

A poche ore dalla sentenza a carico dei coniugi Romano, Azouz dichiara in aula dubbi sulla loro colpevolezza. Perchè?




‘Non ho nessun dubbio che siano stati loro’: parla così Aozuz Marzouk dopo i dubbi espressi da lui circa la colpevolezza dei coniugi Romano per la strage di Erba. All'inizio dell'udienza di oggi, il primo  protagonista è stato Azouz Marzouk.

Il Pm Massimo Astori ha depositato una relazione del carcere di Vigevano, dove Azouz é detenuto, in cui il tunisino esprimeva dubbi circa la responsabilità di Olindo Romano e Rosa Bazzi. I motivi delle sue dichiarazioni non nascono da un vero ripensamento circa l’accaduto di quella fatidica sera, ma sono stati espressi dopo la visita, nei giorni scorsi, in casa dei suoi genitori in Tunisia, di un uomo sconosciuto che avrebbe detto ai suoi genitori che Olindo e Rosa non erano responsabili dell'eccidio.

Poi, l’uomo avrebbe chiesto un recapito telefonico di Azouz e al rifiuto dei genitori, alla richiesta di lasciar lui un recapito a loro, sarebbe andato via. Nessuno sa di chi si tratti. E Azouz è preoccupato. Nel frattempo, Olindo Romano e Rosa Dazzi, per bocca di Olindo che oggi ha voluto parlare in aula, annunciano che non saranno presenti questa sera alla lettura della sentenza.

Dicono di non essere le ‘bestie’ che hanno descritto, che sono esseri umani, che si amano esattamente come il primo giorno che si sono incontrati, che soffrono ma che si aiutano a vicenda. E Olindo ribadisce, ancora una volta, la sua innocenza e quella della moglie. Dice di esser dispiaciuto per la perdita di coloro morti in quella fatidica sera e per i familiari che ne piangono la scomparsa. Poi, la Corte si ritira.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il