BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Licenziamenti per crisi economica in Italia:a rischio 900mila posti.Anche in Telecom Italia e banche

Sono quasi 900mila di posti di lavoro a rischio nel settore industriale previsti nel biennio 2009-2010.



Sono pesanti gli effetti della crisi economica e finanziaria che si sta facendo sentire sempre più nel nostro Paese e che, inevitabilmente, è arrivata a colpire in maniera forte il settore lavoro. Sono quasi 900mila di posti di lavoro a rischio nel settore industriale previsti nel biennio 2009-2010.

A lanciare l'allarme occupazionale in Italia è il rapporto Industria 2008 che evidenzia, anche, un aumento, ad agosto 2008, della cassa integrazione ordinaria del 24,7% e una contrazione delle ore di cassa straordinaria, tradizionalmente più voluminose, che passano dal 70,1% al 65,5% del totale.

Male la situazione in casa Telecom Italia che, secondo il nuovo piano industriale, prevede un intervento di riduzione degli organici sul perimetro domestico pari a 4000 unità, oltre alla già prevista riduzione di 5000 risorse entro il 2010. Sette le aree di intervento secondo un modello Lean Company, per l'aumento dell'efficienza che porteranno a una riduzione complessiva di costi ed investimenti, a livello di gruppo, di circa 2 miliardi di euro nel 2011, con il conseguimento di oltre il 40% delle efficienze già nel corso del 2009. 

Il piano industriale prevede anche il lancio di un programma di semplificazione organizzativa e razionalizzazione dei processi e delle funzioni di supporto, con efficienze per circa 0,3 miliardi di euro. Male anche le banche. Centinaia di lavoratori con contratti a tempo determinato, d'apprendistato, inserimento, somministrazione e a progetto hanno già ricevuto comunicazione che non otterranno il rinnovo. E altre centinaia temono che possa arrivare il loro turno.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il