Bonus risparmio energetico del 55%: modifiche non saranno retroattive

Nessuna retroattività. Il ministro Tremonti annuncia novità sul bonus per il risparmio energetico.



Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, ha annunciato una correzione per quanto riguarda gli sgravi fiscali a sostegno dell'efficienza energetica inserito dal governo nel decreto anticrisi. Non ci potrà essere retroattività e il Parlamento correggerà questo punto.

Secondo il testo uscito inizialmente da Palazzo Chigi, infatti, sarebbe discrezionale e non più certa la detraibilità di oltre la metà della spesa sostenuta per installare caldaie meno energivore, infissi isolanti, impianti solari per il riscaldamento dell'acqua e altri interventi di efficienza.

Il decreto prevedeva, in particolare, che per i lavori effettuati dopo il 31 dicembre 2007 i contribuenti dovessero inviare, via telematica,  all'Agenzia delle entrate apposita istanza per consentire il monitoraggio della spesa e la verifica del rispetto dei limiti di spesa complessivi.

Successivamente, il ministero si riservava la possibilità di non rispondere alle domande, precisando che passati i 30 giorni senza esplicita comunicazione di accoglimento, significava che l'assenso non era stato fornito e il cittadino non potrà usufruire della detrazione.

Ed è polemica. Il segretario del Pd Walter Veltroni, definisce il provvedimento “un'ingiustizia nei confronti di tutti quei cittadini italiani che avevano giustamente scelto l'impiego di fonti di energia rinnovabili”.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il