BusinessOnline - Il portale per i decision maker




Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):

Richiedere social card: come fare ad averla? Moduli, requisiti e procedure

E' corsa alla social card: come e con quali requisiti ottenerla.


E’una carta di pagamento elettronica, uguale a quelle che sono già in circolazione e ampiamente diffuse in Italia. Ma la principale differenza è che le spese che effettuate con la Social Card, invece di essere addebitate al titolare della carta, vengono addebitate e saldate direttamente dallo Stato.

Avrà valore di 40 euro al mese, e per ottenerla basterà recarsi in un ufficio postale abilitato. Per le domande fatte prima del 31 dicembre, la Carta sarà caricata dal ministero dell'Economia con 120 euro, relativi ai mesi di ottobre, novembre e dicembre 2008. Successivamente nel corso del 2009, la carta sarà caricata ogni due mesi con 80 euro sulla base degli stanziamenti via via disponibili.

Per la compilazione della domanda il richiedente potrà chiedere assistenza alle Poste o all’istituto previdenziale. La richiesta, insieme all’eventuale modulo di delega, a una fotocopia del documento d’identità, nonché all’attestazione Isee rilasciata dal comune di residenza, dall’Inps o da un Caf, devono essere presentati presso un ufficio postale.

Il modulo di richiesta può essere scaricato direttamente al sito internet del ministero dell'Economia (www.mef.gov.it/carta_acquisti) e deve essere compilato in tutte le sue parti. Le Poste Italiane provvederanno alla consegna o alla prenotazione della card, che verrà attivata dopo la verifica dei requisiti da parte dell’INPS. Beneficiano della social card i cittadini italiani residenti ultrassessantacinquenni e i minori di tre anni.

Per i 65enni bisogna: non godere di trattamenti previdenziali e/o assistenziali di importo superiore a 6000 euro (8000 per gli ultrasettantenni), avere un ISEE inferiore a 6000 euro, non essere stati assoggettati, nei due anni precedenti ad imposta netta ai fini Irpef superiore a 10,33 euro (cosiddetta condizione di “soggetto incapiente”) e non essere titolare di un patrimonio mobiliare.

Per quanto riguarda, invece, i minori di tre anni i requisiti sono gli stessi, senza il riferimento ai trattamenti pensionistici e con riferimento alla situazione dei genitori.




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il 05/12/2008 alle ore 10:26