BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi in Italia: retribuzioni medie. Le professioni e i ruoli più pagati.

Un quadro disomogeneo è quello che emerge e che riguarda gli stipendi in Italia, sia considerato in termini di cifre che in termini di distribuzione geografica dei lavori.



Un quadro disomogeneo è quello che emerge e che riguarda gli stipendi in Italia, sia considerato in termini di cifre che in termini di distribuzione geografica dei lavori.

Secondo i risultati emersi dal primo rapporto su ‘Domanda di lavoro e retribuzioni nelle imprese italiane’, realizzato da Unioncamere e OD&M Consultino, i due terzi dei dipendenti italiani percepiscono una paga annua compresa tra i 21.200 euro e i 22.880 euro lordi. Le medie retributive differiscono a seconda dell’area geografica, per cui se al Sud la retribuzione annua è pari a 23.600 euro , cioè quasi 11 punti percentuali in meno della media nazionale, al Nord la situazione cambia.

Nelle regioni del Nord- Est si raggiungono i 27.150 euro annui, mentre al Nord- Ovest si arriva a raggiungere i 28.240 euro. Al Centro, invece, la quota si attesta sui 26 mila euro circa. E cambiano ovviamente le retribuzioni a seconda della professione esercitata.

Fra le classi professionali con una maggiore retribuzione spiccano gli amministratori di aziende private (percepiscono circa 166 mila euro lordi annui), seguono i direttori di aziende private, medici (51.600 euro), specialisti in scienze giuridiche (45.700), specialisti in scienze sociali (39.600), specialisti in scienze matematiche, fisiche e naturali (37.100), Ricercatori e tecnici (laureati) con 37.100, i tecnici delle attività finanziarie e assicurative (35.800), specialisti nelle scienze gestionali, commerciali e bancarie (35.200), tecnici dei servizi sociali (31.300).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il