BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Promozioni e sconti supermercati e grandi catene contro crisi per aumentare acquisiti

Spuntano le nuove promozioni e i nuovi sconti promossi da supermercati e grande catene per dare impulso al settore consumi.



La crisi è ormai radicata nel nostro Paese, la produzione industriale crolla, il Pil tocca uno dei valori più bassi mai raggiunto e calano i consumi. Gli italiani sono in seria difficoltà.

Così, mentre il Governo vara il pacchetto di misure anti crisi a sostegno di famiglie meno abbienti ed imprese, in piccolo, nel settore consumi, spuntano le nuove promozioni e i nuovi sconti promossi da supermercati e grande catene per dare impulso al settore consumi.

Nel periodo compreso tra il 1999 e il 2007 nel solo commercio al dettaglio le imprese sono diminuite di quasi 38 mila unità, mentre nei soli primi nove mesi di quest'anno di quasi 18 mila (saldo tra nuovi ingressi e cancellazioni, dati Confcommercio). Secondo le stime di Confesercenti, a fine 2008 ci saranno 44 mila punti vendita in meno nel commercio e 7.400 nel turismo, con una perdita occupazionale di 150 mila posti. 

Per ovviare a questa situazione, cambiano le strategia di vendita e marketing. A seconda del punto vendita, cambiano le strategia e ci sono quelle che puntano sulla qualità o quelle che puntano al prezzo o quelle interessati ai servizi offerti.

Così spuntano promozioni come riempire il carrello gratuitamente con tutto quello che riescono a mettervi in 60 secondi o (accade a Brescia) un appartamento in palio per chi spende almeno 10 euro di spesa o sconti e offerte speciali pre-natalizi per catturare il popolo dei saldi senza attendere gennaio, come accade per le grandi catene come Auchan, Carrefour ed Esselunga e ancora sconti del 10 o 15 per cento alla presentazione alla cassa del libretto di pensione o agli over 60 o agli over 70 debitamente tesserati in alcuni punti vendita.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il