BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cumulo pensioni e lavoro libero nel 2009 ma non per tutti. Novità, regole e requisiti

Novità cumulo pensioni a partire dal primo gennaio 2009.



Novità cumulo pensioni a partire dal primo gennaio 2009. L’Inps si è incaricata di spiegare la circolare con cui si fa riferimento al cumulo tra pensioni e redditi di lavoro.

Le nuove regole, inserite nell'articolo 19 della manovra d'estate, valgono per i trattamenti vecchi e nuovi liquidati con il sistema retributivo o misto (almeno un versamento al 31 dicembre 1995) e per le pensioni contributive in presenza di determinati requisiti.

Per quanto riguarda, le pensioni retributive le nuove misure interessano i pensionati di anzianità. Se prima, infatti, coloro che avevano raggiunto i 40 anni di contributi erano sfuggiti al divieto di cumulo e gli altri perdevano tutta la pensione se si rioccupavano come dipendenti mentre se svolgevano un'attività autonoma, dal primo gennaio, invece, assegno e redditi di lavoro diventano cumulabili per i titolari di trattamenti anticipati.

Dal 1° gennaio il divieto di cumulo cade anche per i trattamenti contributivi dove le pensioni acquisite con almeno 40 anni di contributi non saranno tagliate e saranno raggiungibili contando anche i versamenti utilizzati per la liquidazione di supplementi. Cumulo libero anche per chi ottiene l'assegno a 65 anni, se uomo, o a 60 anni, se donna, e nessuna trattenuta, anche, per chi ha raggiunto il diritto alla pensione con i nuovi requisiti di età e di contribuzione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il