BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economica Italia 2008-2009: cassa integrazione cresce, ma anche turismo. Paradossale

Operai e impiegati in cassa integrazione, la produzione industriale crolla ma cresce il turismo.



Operai e impiegati in cassa integrazione(le ore di Cigo autorizzate nell'industria sono state il 253% in più rispetto al novembre 2007, ossia 12 milioni e 194mila), la  produzione industriale crolla, il prodotto interno lordo arriva a toccare minimi storici ma anche code per raggiungere le località turistiche e sciistiche, code fuori dai negozi più esclusivi della nostra penisola.

Qual è, allora, il vero volto dell’Italia in crisi? Quello di coloro che per arrivare a fine mese devono ‘tirare la cinghia’ o quello di coloro che, al contrario, contribuiscono a ‘far girare l’economia’. Secondo gli ultimi dati Istat la situazione economica del nostro Paese sarebbe davvero preoccupante, ma nonostante i dati, il popolo del Belpaese non rinuncia ai viaggi e il pone dell’Immacolata è stata la prima grande occasione per rendersi conto del fatto che magari si preferisce risparmiare su alcune spese pur di non rinunciare a spostarsi.

La produzione evidenzia una forte battuta d'arresto, i consumi calano ma il turismo, paradossalmente, cresce. Anche se in misura minore rispetto agli altri anni: 20% di prenotazioni in meno rispetto al 2007. Cinquanta per cento delle camere vuote. E´ il natale della crisi con gli hotel mezzi vuoti, gli italiani in bolletta, americani e giapponesi quasi scomparsi.

Secondo i dati del Ebtl, Ente bilaterale del turismo, per i giorni a cavallo del 25 dicembre sono state vendute 95mila camere, il 19,43% in meno rispetto alle oltre 117mila dello stesso periodo del 2007. Un po´ meglio, ma di poco, le prenotazioni per capodanno dove la flessione è del 17,48%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il