BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pesce vecchio scaduto del 2005 congelato venduto come fresco. Controlli e sequestri

Una tonnellata di pesce scaduto tra il 2005 e il 2008, di grande varietà, pronto a partire per arrivare sui banconi dei mercati sequestrato dalla GdF di Bari.



Una tonnellata di pesce scaduto tra il 2005 e il 2008, di grande varietà, pronto a partire per arrivare sui banconi dei mercati. Altre cinque tonnellate di cui è impossibile ricostruire la tracciabilità e in più conservate in celle non a norma.

Tutto quanto doveva finire nei ristoranti, nelle mense, nei supermercati. E’ stato scoperta dalla Guardia di Finanza in un magazzino di Bisceglie una quantità vastissima di pesce scaduto, maleodorante e pronto a finire sulle tavole degli italiani.

Siamo a Bisceglie, paese in provincia di Bari, ma accade anche Chioggia o a San Benedetto, a Livorno o a Milano. L'ammiraglio Salvatore Giuffrè, comandante della Capitaneria di porto di Bari, responsabile per tutta la Puglia, spiega che ogni qualvolta che qualche controllo arriva a “metter le mani su cibi sia di mare che di terra, salta sempre fuori qualcosa che non va”.

 In tutto sarebbero più di 300 le tonnellate di pesce sequestrato nel 2008 (tra Guardia costiera, Nas e Guardia di Finanza), quasi 150 mila ispezioni e sanzioni per una trentina di milioni di euro. L'altra notte è successo di nuovo. E c’è da sperare che il pesce che arriverà sulle tavole degli italiani questo Natale, ormai alle porte, sia buono e di qualità.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il