BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aziende italiane e crisi economica: le migliori e le peggiori in questa situazione

Anche in periodi di crisi ci sono imprese ed aziende che raggiungono livelli di crescita attestati su valori decisamente positivi. Quali sono.



Anche in periodi di crisi ci sono imprese ed aziende che raggiungono livelli di crescita attestati su valori decisamente positivi. Il numero di coloro che possono vantare un tale traguardo è chiaramente basso, e per mettere in evidenza quelle che ci sono riuscite, è stata stilata una classifica delle migliori e peggiori aziende italiane in questo momento di crisi economica.

I gruppi che hanno migliorato il margine netto sono 12 su 26. Tra questi figurano, Fastweb (+127,5%), Enel (+65,5%), Eni (+34%), Fiat (+20%), Finmeccanica (+14%) e Tenaris (+12%). Hanno invece accusato vistosi cali Bulgari (-26,6%), Italcementi (-26%), L'Espresso (-24%), Telecom e ST (-21%), Pirelli (-18,5%), Mondadori (-14%) e Mediaset (-11%).

Ma sono Eni e Enel i due colossi che davvero vanno bene. Se esclusi questi due, il dato aggregato del Mon cala del ben 4,4%. I restanti 14 gruppi su 26 sono, invece, in peggioramento.

Tra questi Fiat, Finmeccanica e Pirelli, mentre per Telecom il calo prosegue dal 2005 ed è, inoltre, aumentato di quasi il 21%, a 42,1 miliardi, lo stock dei crediti deteriorati, che appartiene per il 41% a UniCredit, per il 24% a Intesa Sanpaolo e per il 16% a Monte dei Paschi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il