BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni economia in Italia 2009: Pil in calo sopratutto al sud e aumento differenze con nord

Il nuovo anno vedrà crescere sempre più il divario tra Nord e Sud.



Se l’attuale situazione economica non prospetta nulla di buono per l’immediato futuro, altrettanto si potrebbe dire per quanto riguarda l’andamento dell’economia italiana nel prossimo anno, nuovo anno che vedrà crescere sempre più il divario tra Nord e Sud.

Nel 2008, infatti, secondo le previsioni macroeconomiche Nord-Sud per il biennio 2008-2009, elaborate dallo Svimez e dall'Irpet, il Pil nazionale dovrebbe scendere dello 0,4%, mentre nel Meridione, la contrazione sarà dello 0,7 per cento. E lo scenario non cambierà nel 2009, quando il prodotto interno lordo italiano dovrebbe attestarsi a -0,5%, diviso tra -0,4% delle regioni del Centro-Nord e -0,8% del Sud.

Alla Puglia andrà la maglia nera della crescita economica nel 2009, quando il Pil regionale segnerà -1 per cento. L’altra differenza fra le diverse aree del Paese riguarderà la ripartizione delle risorse. Bonus e social card saranno maggiormente erogati al Sud, soprattutto per rilanciare i consumi (+0,3%), più che per crescere, mentre le spese per gli ammortizzatori sociali si concentreranno nel Centro Nord, dove è più alto il numero di imprese.

Non va meglio per quanto riguarda il settore occupazionale. Si stima che nel biennio 2008-2009, l'occupazione nel Mezzogiorno, è nel 2008, in calo dello 0,1%, a fronte di un +0,5% nel Centro Nord. Valori che, nel 2009, passeranno a -0,4%, contro il + 0,3% del resto del Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il