BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasse più basse per gli stipendi base: Unione Europea lo richiede all'Italia

L’Europa esorta l’Italia ad abbassare le tasse sui redditi bassi. I motivi.



L’Europa esorta l’Italia ad abbassare le tasse sui redditi bassi. Se nel 2008 l'economia è stata stagnante, i consumi privati diminuiti e investimenti ed esportazioni calate, le previsioni per il 2009 non promettono nulla di buono.

Saranno creati nuovi posti di lavoro e il tasso di disoccupazione dovrebbe aumentare, come avvenuto nel 2008 per la prima volta da 10 anni. I gruppi sociali più a rischio saranno quelli con stipendi bassi, minor specializzazione professionale e contratti atipici. Ed è da questa analisi che è nato il monito di Bruxelles per il governo italiano.

Aiutando da un punto di vista fiscale le fasce meno abbienti, in linea con il piano anti-crisi appena varato dall'Ue, in questo frangente si possono usare soldi pubblici per rispondere alla recessione.

Per risollevare le condizioni economiche in cui versa il Paese, l’Ue batte su alcuni punti più essenziali: necessità di aggiustare il debito pubblico ("pesa molto sulla sostenibilità dei conti") e di aumentare la competitività. Inoltre, bisogna puntare su una maggiore attenzione da prestare al potenziale della forza lavoro inutilizzata, e in particolar modo al Sud.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il