BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Disoccupazione 2008 terzo trimestre in crescita: quali settori peggiori e quali resistono?

Gli ultimi dati ISTAT evidenziano come in Italia la situazione generale relativa all’occupazione sia in peggioramento.



Gli ultimi dati ISTAT evidenziano come in Italia la situazione generale relativa all’occupazione sia in peggioramento.

Il terzo trimestre 2008 vede un aumento del numero di italiani in cerca di lavoro di mezzo punto percentuale rispetto al terzo trimestre del 2007. Attualmente sono 1.527.000 i cittadini in cerca di occupazione, determinando un tasso di disoccupazione pari al 6,1%.

D’altro canto, l’occupazione ha un numero di 23.518.000 unità, con un incremento su base annua dello 0,4%, molto in rallentamento rispetto al passato. Questo dato però tiene conto dell’aumento della popolazione non italiana iscritta negli ultimi tempi all’anagrafe.

La popolazione maschile è quella più vessata dal decremento occupazionale: rispetto al terzo trimestre del 2007, nel terzo trimestre 2008 si rileva un calo dello 0,2% (-127.000 unità). Cresce invece l’occupazione femminile, con un incremento del’1,4% (127.000 unità), e quello straniero, che sale di 285.000 unità.

Guardando per settori occupazionali, il calo maggiore si registra nell’agricoltura e nel primario, con una quota del -3,1% (-29.000 unità). L’industria segna un -1,0% (-53.000 unità), mentre solo il terziario mostra un aumento degli occupati, con una percentuale di crescita dell’1,0% (+149.000 unità).

Può essere interessante confrontare questi dati con la ricchezza stimata per le famiglie, leggendo i risultati dell’analisi condotta da Bankitalia sulla ricchezza delle famiglie italiane nel 2007. Lo studio evidenzia che la ricchezza netta delle famiglie italiane è di 8.512 miliardi di euro, con un incremento del 3,9% rispetto al 2006. Nel primo semestre 2008 non si notano sostanziali cambiamenti, ma ha comunque subito un calo del 6% nelle rendite finanziarie a causa dell’andamento negativo della borsa, congiuntura, quest’ultima, che esprimerà il suo massimo peso nel secondo semestre 2008 e per buona parte del 2009.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il