Trichet: economia cresce moderatamente, i tassi restino bassi

Il Consiglio direttivo della BCE ha stabilito di non mutare i tassi di finanziamento



Il Consiglio direttivo della BCE ha stabilito, nella giornata di ieri non mutare il tasso di offerta per operazioni di rifinanziamento principali al 2% e i tassi sulle operazioni di rifinanziamento marginali al 3% e sui depositi overnight all’1%.

Trichet ha annunciato che tale decisione è dovuta all’aumento dei prezzi petroliferi, e ritiene che gli attuali tassi molto bassi sono un sostegno all’economia in zona euro dove l’economia cresce moderatamente e i recenti indicatori mostrano che la crescita potrebbe migliorare nella seconda metà del 2005, mentre i prezzi petroliferi gravano la domanda e limitano la fiducia.

Secondo la BCE il PIL in zona euro crescerebbe dell’1/1,6% nel 2005 e tra l’1,4 e 2,4% nel 2006.

Trichet deplora che il ritmo di consolidamento di bilancio sia lento e con una generosa attuazione delle regole del Patto i paesi che hanno superato il 3% di deficit di recente, hanno periodi lunghi per correggere la situazione.

La BCE chiede ai paesi UE maggiori sforzi per consolidare i bilanci e attuare le regole riviste per evitare slittamenti di bilancio.

Il Consiglio direttivo della BCE ha stabilito, nella giornata di ieri non mutare il tasso di offerta per operazioni di rifinanziamento principali al 2% e i tassi sulle operazioni di rifinanziamento marginali al 3% e sui depositi overnight all’1%.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il