BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Costi chilometri auto aziendali 2009: nuove tabelle Aci. Le possibili deduzioni

E' stata resa nota la nuova tabella Aci in base alla quale si potrà dedurre il benefit auto 2009.



E' stata resa nota la nuova tabella Aci in base alla quale si potrà dedurre il benefit auto 2009. Le tabelle elaborate dell’Aci sono frutto dello studio di una percorrenza annua di 15mila chilometri che è quella prevista dal Fisco per il calcolo del reddito da includere in busta paga.

L'imponibile si ottiene moltiplicando il costo al chilometro dell'autovettura interessata per 15mila e calcolando quindi il 30% del risultato, quota che la legge attribuisce all'uso privato da parte del dipendente. Il valore complessivo è comunque già esposto nella Tabella.

Secondo il nuovo elenco, i valori sono cresciuti, per i modelli più diffusi, in media tra il 4 e il 5% rispetto al 2008, il che comporterà un corrispondente aggravio di oneri per ritenute fiscali e contributi previdenziali nelle buste paga del prossimo anno. L'elenco varia tra un valore annuo di poco superiore a mille euro (ad esempio, l'uso privato di una Panda 1.3 a gasolio vale 1.459 euro annui, pari a un costo al chilometro di 32 centesimi) fino a oltre 10mila euro come nel caso della Ferrari 599 Gtb, valorizzata 13.349 euro (2,97 euro al chilometro).

Per le auto assegnate in benefit ai dipendenti che scontano l'Irpef e i contributi il datore di lavoro (impresa o professionista) può dedurre tutti i costi sostenuti (compreso ammortamento, canoni di leasing o di noleggio) per il 90% del loro ammontare, senza alcun limite di valore dell'auto.

Quando l'auto, invece, è mantenuta a disposizione per usi solo aziendali, la deduzione si riduce al 40%. Per i veicoli che non fossero compresi nell'elenco, la quantificazione si effettua utilizzando il valore del modello che, per le sue caratteristiche, risulta più simile.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il