BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni integrative deduzioni e vantaggi fiscali: scadenze di fine anno da calcolare

Novità per quanto riguarda i sottoscrittori di pensioni integrative. In cosa consistono.



Alle porte della fine dell’anno è necessario ricordarsi le scadenze relative in fatto di adempimenti fiscali ma anche alla previdenza complementare. Per quanto riguarda i sottoscrittori di pensioni integrative, la novità è che essi dovranno  dichiarare al fondo pensione o al piano individuale di previdenza gli eventuali contributi/premi versati in eccedenza rispetto ai 5.164,57 euro nell'anno precedente.

Anche i contributi versati alle forme di previdenza complementare dal lavoratore e dal datore di lavoro sono deducibili.Lo sgravio fiscale non potrà riguardare a fini Irpef un importo superiore a 5.164,57 euro.  Nel quadro dei 5164,57 euro si calcolano tutti i versamenti che rientrano nelle diverse forme pensionistiche, collettive e individuali, per cui si considerano anche i contributi versati a favore dei familiari fiscalmente a carico.

Per quanto riguarda la deducibilità, poi, questa è stata estesa a partire dal 2007 anche ai contributi versati a forme pensionistiche complementari istituite presso gli Stati membri dell'Unione Europea e presso gli Stati aderenti all'Accordo sullo spazio economico europeo.

L’altra novità prevista è che per incrementare le adesioni da parte dei giovani,  i lavoratori di prima occupazione successiva al 1° gennaio 2007, ma limitatamente ai primi 5 anni di partecipazione alle forme pensionistiche complementari, avranno la possibilità di usufruire di particolari deduzioni.
 

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il