BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Costi Asilo nido nelle città italiane: medie prezzi e rette scolastiche

Gli asili italiani sono i più costosi d’Europa: i dati dell'Anci.



Gli asili italiani sono i più costosi d’Europa: è quanto emerge dalle ultime statistiche che imputano, in primo luogo, la motivazione degli alti costi alle incongruenti linee politiche dei vari governi succedutisi.

Secondo i dati diffusi dall’Anci, che ha condotto il suo studio in tutti Comuni italiani, si deduce che ogni posto in un asilo nido romano costa 15.049 euro l’anno: 1.254 euro al mese per dodici mesi, quasi il doppio rispetto alle rette degli asili milanesi. Il Comune dove le rette degli asili nido sono più esose è Leonforte, in provincia di Enna: 15.746 euro, cioè 1.312 euro al mese per un anno intero. Sette euro e cinquanta al mese più di quanto costi un posto al nido comunale di Ascoli Piceno: 15.656 euro l’anno.

Più in basso nella classifica, si piazzano la città ligure di Ospedaletti (15.575), il paese siciliano di Piraino (15.399), poi Ventimiglia (14.622), Vimercate (14.483) in provincia di Milano, Venezia (14.098), Nizza Monferrato (14.045), Borghetto Santo Spirito (13.856) in Liguria, Brescia (13.840), Marcianise (13.580) in Campania e Como (13.288).

Grandi differenze si rilevano anche nei costi del servizio: al comune di Massafra, per esempio, 32 mila abitanti nella provincia di Taranto, un posto nell’asilo nido costa 1.074 euro l’anno, 89 euro e cinquanta al mese. Quasi quindici volte meno di Leonforte, quattordici meno rispetto a Roma, e un euro in più nei confronti di Montignoso, in Toscana.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il