BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni tassi di interesse dopo taglio al 2% della Bce. Rimarrano fermi fino a marzo almeno

La Bce taglia i tassi di interesse e Trichet parla di previsioni future.



Ieri la Bce tagliato i tassi dello 0,5%, facendo scendere il costo del denaro al 2%, il livello minimo dal 2003. Bisogna tornare al 5 giugno del 2003 per trovare un livello dei tassi di interesse pari al 2%.

Il differenziale fra il costo del denaro negli Stati Uniti e quello nell'Eurozona diventa, dunque, pari al 2%, dal momento che la Federal Reserve ha praticamente azzerato il tasso sui Fed Funds fissando un range compreso tra zero e 0,25%.

Lo scorso 8 ottobre, in reazione all'aggravarsi della crisi finanziaria, la Fed, la Bce, la Bank of England e altre delle maggiori banche centrali mondiali avevano deciso un taglio simultaneo dei rispettivi tassi di riferimento per mezzo punto percentuale. Da allora, poi, ognuno ha varato programmi si sostegno come meglio riteneva. I

l presidente della Banca centrale europea, Jean-Claude Trichet ha escluso di abbassare il principale tasso di riferimento allo zero per cento ma ha anche ribadito che non saranno nuovi tagli dei tassi in febbraio.

L'appuntamento più importante per la politica monetaria dell'Eurozona sarà la riunione della Bce in programma a inizio marzo e ha concluso che per le future decisioni sui tassi di interesse si è aperti a tutto, ma per adesso non c’è  assolutamente nessun orientamento. Secondo Trichet, l'inflazione dovrebbe proseguire nella discesa durante i prossimi mesi, per poi iniziare a risalire da metà 2009.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il