BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Economia italiana previsioni Pil a -2% per il 2009: crisi diventa più grave

Allarmanti le previsioni di Bankitalia sulla situazione economica italiana. Cosa accadrà.



Allarmanti le previsioni di Bankitalia sulla situazione economica italiana. Secondo i dati analizzati, il Pil italiano crollerà del 2% nel 2009 prima di risalire di appena lo 0,5% nel 2010. Dunque, la  recessione è destinata ad approfondirsi e prolungarsi.

Il rapporto tra deficit e Pil dovrebbe aver chiuso il 2008 attorno al 2,6%, non lontano dal 2,4% previsto dal governo. In compenso l'inflazione dovrebbe continuare a scendere nel 2009. Il bollettino di Bankitalia rende noto che essa dovrebbe diminuire arrivando all'1,1 per cento, per risalire all'1,4 nel 2010, riflettendo l’andamento della caduta dei prezzi delle materie prime della seconda metà del 2008 e di un possibile recupero nei due anni successivi.

Dal lato del costo del lavoro, le retribuzioni sarebbero destinate a rallentare nel 2009. Secondo Bankitalia, inoltre, l'indebitamento netto, dopo essere sceso per due anni consecutivi, dovrebbe essere aumentato di circa un punto percentuale di Pil rispetto al'1,6% del 2007.

Già sul finire del 2008 il peggioramento congiunturale era notevole: nel quarto trimestre la produzione industriale ha raggiunto un calo del 6%. Premature, per il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, le previsioni sul futuro 2009, nonostante la consapevolezza di attraversare un momento storico e culturale particolarmente difficile. Critico Walter Veltroni che parla di ‘numeri critici’.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il