Fondi di investimento migliori nel 2008: consigli e idee per investimenti nel 2009

Dopo la chiusura drammatica del 2008 quali forme di investimenti scegliere?



Il 2008 si è chiuso con il fallimento di grandi banche d’affari, la crisi creditizia, il calo dei prezzi delle case e il rallentamento dell’economia globale, sia azioni che obbligazioni non sono riuscite a reggere alla tempesta. Gli unici sopravvissuti sono stati i titoli di Stato.

Ma la delusione è stata tanta per i risparmiatori anche più prudenti e a darne conferma ci sono, visibili, i pesanti riscatti dai fondi (-140 miliardi). Secondo il Rapporto annuale di Morningstar sulle performance dei fondi europei, il 2008 ha offerto poche garanzie agli investitori azionari, e non tutti sono andati male, come per esempio quelli farmaceutici.

La Svizzera si è confermata un Paese-rifugio: i comparti che investono sulla Borsa di Zurigo hanno perso circa il 28% contro il 40% della media europea, grazie all’elevata presenza nell’indice di titoli farmaceutici e beni di consumo primari. Oggi sono i fondi specializzati in titoli di Stato ad ottenere performance positive (+7,9% in media per quelli in euro).

Secondo gli analisti di Morningstar, inoltre, i titoli cinesi e indiani sono quelli che ora quotano a sconto rispetto alla media dell’area asiatica (titoli vincenti nel 2007), ma gli investitori preferiscono non considerarli nell’ampia scelta dei possibili investimenti.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il