BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Economia italiana e recessione:sforamento parametri Maastricht per deficit-Pil.Cresce disocuppazione

I conti pubblici 2009 mostrano un nuovo sforamento dei parametri di Maastricht. Colpiti tutti i paesi e l’Italia non fa eccezione.



Le stime di Bruxelles sui conti pubblici 2009 mostrano un nuovo sforamento dei parametri di Maastricht. Colpiti tutti i paesi e l’Italia non fa eccezione. Questo primo trimestre del 2009 sarà il periodo più difficile.

Nel 2008 e nel 2009 saranno solo due i Paesi a trovarsi in recessione in entrambi gli anni, Italia e Irlanda; mentre Spagna e Portogallo saranno in recessione per due anni nel 2009 e nel 2010.

Secondo le stime, nel 2009 il deficit pubblico italiano dovrebbe salire di nuovo oltre i parametri cioè dal 2,8% precedentemente stimato al 3,8% mentre nel 2010, a politiche immutate, dovrebbe scendere al 3,7%, mentre a fine 2007, secondo gli stessi dati, si era fermato all'1,6%. Cresce anche il debito dal 105,7% del prodotto interno lordo del 2008, che è destinato a salire al 109,3% nel 2009 e al 110,3% nel 2010.

E non va meglio per quanto riguarda la disoccupazione secondo le cui stime nel 2009 il dato sarà del 9,3% con 3,5 milioni di posti di lavoro in meno. In Italia il tasso di disoccupazione sarà dell'8,2%, contro il 6,7% del 2008.

Non è fuori l’Italia dalla grave situazione occupazionale dell’Europa: si calcola, infatti, che il tasso di disoccupazione sarà dell'8,2%, contro il 6,7% del 2008 e, ancora, nel 2009 salirà ulteriormente all'8,7%, mentre per Eurolandia sarà al 10,2% e nell'Ue al 9,5%. L'inflazione italiana è prevista al 3,5% nel 2008, all'1,2% nel 2009 e al 2,2% nel 2010.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il