BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi auto 2009: Fiat-Chrysler alleanza, mentre Governo francese pronto ad entrare nelle aziende?

Fiat aperta a Chrysler e Peugeot. Le trattative in corso.



Il titolo Fiat a perde terreno in Borsa e per ‘correre ai ripari’ prepara un'intesa con Chrysler, che potrebbe essere annunciata in tempi brevissimi e dovrebbe vedere l'ingresso della casa torinese con una partecipazione azionaria nell'azienda americana. Le trattative sembrano essere in fase avanzata.

L'ingresso di Fiat in Chrysler vedrebbe la contemporanea uscita di scena della Daimler, che aveva ceduto l'80,1% del capitale a Cerberus due anni fa e che aveva conservato il restante 19,9%. Le condizioni preposte sono che Fiat darà libero accesso a Chrysler accesso alle sue piattaforme per vetture mini, piccole, medio-basse e medio-alte, oltre che motori e trasmissioni.

E, da parte sua, Casa Chrysler pagherebbe Fiat con azioni proprie e così la Casa torinese diventerebbe socia della americana senza esborso di contanti. Ma le trattative Fiat non finiscono qui, perché secondo altre informazioni, la Casa torinese terrebbe spiragli di accordi aperti anche con la francese Peugeot.

Fonti vicine al gruppo francese confermano che i Peugeot (la famiglia e l'azienda) sono aperti a possibili discussioni per intese industriali e anche di capitale. Dal canto suo, il presidente francese Nicolas Sarkozy ha spiegato che finanzierà i costruttori a condizione che non taglino in Francia, dove il mercato dell'auto conta complessivamente due milioni e mezzo di addetti.

Restano da stabilire le modalità con cui erogare gli aiuti, possibili garanzie statali sui prestiti o sulle emissioni di obbligazioni da parte delle case automobilistiche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il