BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tariffe dentisti più basse e agevolate: a chi spetteranno? Requisiti reddito e donne incinta.

Firmato l'accordo tra Ministero della salute e Andi e Oci per tariffe speciali. Chi potrà beneficiarne.



E’ stato firmato l’accordo tra il Ministero del lavoro, salute e politiche sociali, l'Andi e l'Oci pubblicato sul sito del ministero, in base al quale tutti i cittadini con reddito non superiore ai 10 mila euro, con età fino a 6 e sopra i 65 anni, coloro con esenzione totale per patologie croniche, invalidanti e invalidi al 100%, disabili e titolari di social card potranno usufruire di tariffe più basse o agevolate. 

Le tariffe agevolate saranno valide anche per le donne incinta che hanno un reddito non superiore agli 8.000 euro. Sarà volontaria l’adesione da parte di coloro iscritti all’Albo degli odontoiatri che, previa accettazione del progetto, dovranno applicare per i beneficiari gli stessi standard di qualità e gli stessi tempi di attesa delle consuete visite.

Per beneficiare delle speciali riduzioni, i pazienti dovranno presentare al medico una dichiarazione sostitutiva di certificazione, che l'odontoiatra dovrà conservare a dimostrazione dell'emissione della parcella ad onorario ridotto. Qualche esempio di tariffa ridotta?

I soggetti in possesso dei requisiti stabiliti potranno, dunque, accedere a visita con ablazione del tartaro a 80 euro, estrazione a 60 euro e sigillatura dei solchi dei molari e premolari a 25 euro, protesi dai 550 agli 800 euro.

Secondo quanto previsto dall'intesa saranno cinque le prestazioni dal costo sorvegliato. Oltre al pacchetto vista più ablazione, alla dentiera totale e alle estrazioni, la sigillatura di molari e premolari nei bambini e la protesi parziale in resina.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il