BusinessOnline - Il portale per i decision maker

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?



Aggiungici alle tue cerchie (clicca su Segui):



Assunzioni a contratto indeterminato: agevolazioni fiscali e bonus per le aziende che lo fanno

Novità in vista e sgravi fiscali per le aziende che decidono di assumere a tempo indeterminato. I requisiti necessari.


Trovare lavoro oggi sembra un’impresa ardua, trovarlo poi con la garanzia di un’assunzione con  contratto a tempo indeterminato quasi un’utopia. Per questo motivo l’Agenzia delle Entrate ha stabilito che assumere a tempo indeterminato varrà consistenti sconti fiscali per le aziende che ne saranno stipulatrici.

I datori di lavoro che assumeranno con contratto a tempo indeterminato soggetti già impiegati (anche presso altro datore di lavoro) in base a un contratto di lavoro a progetto, il cui termine sia scaduto, possono accedere al credito di imposta per l’incremento dell’occupazione.

Tra le condizioni di ammissibilità del beneficio, è previsto anche che “i lavoratori assunti per coprire i nuovi posti di lavoro creati non abbiano mai lavorato prima o abbiano perso o siano in procinto di perdere l’impiego precedente. Il credito di imposta, di cui si potrà usufruire per gli anni 2008, 2009 e 2010, sarà pari a 333 euro per ciascun lavoratore assunto.

Spetterà poi ai datori di lavoro che nel 2008 abbiano incrementato le assunzioni di lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato stabilire come ripartirlo. Non verranno, invece, premiate le assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore impiegato con contratto di inserimento in corso di esecuzione.




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il 22/01/2009 alle ore 12:13